Una delle collezioni di plastiche storiche più importanti al mondo. Composta di oltre 1500 pezzi, raccolti in trenta anni, si presenta come una selezione curiosa e raffinata di opere d'arte e di design. Borse, gioielli, lampade, utensili, vasi, giocattoli, radio, apparecchiature elettroniche, realizzati, a partire dalla metà dell’Ottocento fino agli anni Sessanta del Novecento, in bois durci, celluloide, acrilico e resina fenolica, la vecchia bachelite, fino ad arrivare al polietilene, polistirene, pvc, abs, vengono esibiti in una teca in corian e plexiglass. 

Il doppio binario dell´uso comune e dell´oggetto unico, è testimoniato  dai prototipi della ditta Gufram di Torino, realizzati tra la fine degli anni Sessanta e i primi Settanta: Capitello, la dormeuse a forma di capitello inclinato a firma dello Studio 65, Cactus, l’attaccapanni-cactus di Guido Drocco e Franco Mello, Tavolo-erba, l’esemplare unico del tavolo-prato e Incastro la seduta-scultura in due parti, entrambi di Mello, Pratone, la poltrona fatta di steli giganti di Giorgio Ceretti, Pietro Derossi e Riccardo Rosso e la seduta Farfalla e il tappeto Pavé Piuma di Piero Gilardi, tutti in poliuretano. Un incontro unico tra design d'autore e Pop Art. 

La collezione storica accoglie, inoltre,  opere di: Lucio Fontana, Enrico Baj, Tony Cragg, Haim Steinbach combinate alle celebri sedute di Verner Panton, Peter Ghyczy, Eero Arnio, Ugo La Pietra, Michele De Lucchi, Gaetano Pesce, e nuove e recenti acquisizioni a firma di: Tom Dixon, Amanda Levete, Sonia Biacchi, Wanda Romano, Formafantasma, Mischer'Traxler, Sander Bokkinga, Fabio Novembre, Felix Policastro, Sergio Fermariello, Riccardo Dalisi, e di altri autori.

CATALOGAZIONE 

Esempi di schede OAC: Inv. 12 - Inv. 185 - Inv. 283 - Inv. 304 - Inv. 329 - Inv. 526 - Inv. 585 - Inv. 595 - Inv. 682 - Inv. 802 - Inv. 821