Le città di sotto

Viaggio nelle "Citta' di sotto" ovvero visita alle Catacombe San Gennaro, alle Catacombe San Gaudioso ed al Cimitero delle Fontanelle, tutte collegate tra loro ed ubicate nel Rione Sanita'di Napoli.

L'itinerario, pur trattando un unico tema e' vario , differente e ricco di Storia della citta'. 

Invito tutti coloro che non conoscono questo percorso a  partire  dalla famosa Basilica dell'Incoronata o Madre del Buon Consiglio, dove sono sepolti alcuni componenti della famiglia reale dei"Savoia".

La strada piu' semplice per raggiungere la partenza e' quella di salire dal Museo  superando il Ponte della Sanita' in direzione Capodimonte, dopo il curvone sulla destra si vede chiaramente la Basilica dell'Incoronata. In alternativa dalla tangenziale,uscita Capodimonte e scendendo a destra, direzione Museo, ci si ritrova davanti alla stessa Basilica punto di partenza di questo affascinante viaggio nelle terre di sotto o "dei Piu'"

Consiglio come guida la Cooperativa dei ragazzi della Sanita' coordinata sapientemente da Padre Antonio Loffredo attraverso il coordinatore Enzo Porzio (tel 0817443714) sia per il modo di esporre questo particolare percorso, sia per la qualita' ed il prezzo altamente competitivo, del servizio.

Si inizia questo itinerario composto da tre visite tutte collegate fra loro, camminando e costeggiando il lato destro della Basilica, in un sentiero degradante di campagna,in un paesaggio bucolico fatto di alberi di arance, mandarini,piccole viti e profumi di aria buona e bella vista di un lato della nostra citta' sconosciuto ai più. Si percorre questo breve tratto in discesa con estrema calma fermandosi a fare fotografie su scorci inusuali, sino a raggiungere l'entrata delle "Catacombe di San Gennaro"dove si presume siano conservate le spoglie del Santo.

Da questo momento si inizia il percorso nella" citta' dei morti", percorso affascinante e magico al tempo stesso, dove sapienti giochi di luce aprono gli occhi del visitatore su un paesaggio mozzafiato e per niente opprimente, vista la grandezza spazi che si attraversano in piena sicurezza. Si scende nelle viscere della montagna, in una dolce e lunga discesa vivendo una ricchezza di elementi dal punto di vista storico culturale che di reperti. Si giunge così nell'Ospedale cittadino San Gennaro ubicato nel rione Sanita' ed è possibile visitare l’antico Refettorio.

Al termine di questa prima parte del percorso si esce dall'Ospedale e sulla destra c'e' un bar pasticceria per potersi rifocillare, prendere un buon caffè ed un vera sfogliatella napoletana.

Uscendo dal bar si arriva velocemente alla Chiesa di Santa Maria alla Sanita', seconda tappa di questo particolare e mistico itinerario che si lega al primo per continuare il nostro viaggio nel" Regno dei morti". La Chiesa di Santa Maria,  conosciuta come la chiesa del "Monacone"che storicamente e nella vita e' stato San Vincenzo Ferreri è il punto di partenza e di arrivo di questo secondo viaggio sotterraneo. La Chiesa presenta alcune particolarita' architettoniche nelle navate,e capolavori di Luca Giordano, Andrea Vaccaro, Giovanni Pisani e tanti altri.

La cosa piu' affascinante è l’ organo che si erge a mezza altezza collegato con due scale di marmo semicircolari ai due lati della navata centrale ed una cancellata nera  per tutta la sua lunghezza spicca al di sotto dell'organo che divide la citta' dei vivi dalla citta' dei morti.

Aprendo la cancellata si inizia a scendere ritrovandosi in un quadrato sotto la volta. Si avvia così la visita alle"Catacombe di San Gaudioso",un percorso sotterraneo ed affascinante reso piu' suggestivo se visitato con l'animazione storica dei ragazzi della Cooperativa della Sanita' che impersonificano alcuni personaggi storici che la storia e le leggende hanno tramandato.

Il viaggio nelle Catacombe di San Gaudioso finisce nella sacrestia della Chiesa di Santa Maria alla Sanita'. Infine lasciandosi alle spalle la Chiesa di Santa Maria al centro del famosissimo Rione Sanita', piu' volte portato sulla scena dal grande Eduardo, si va a piedi ,facendo una piccola passeggiata nella caratteristica urbanizzazione del Quartiere e al di sotto del noto Ponte della Sanita' in direzione del Cimitero delle Fontanelle,completando con questa ultima visita l'itinerario delle Catacombe in un meraviglioso viaggio che solo Napoli puo' offrire.

Solo l'entrata,"vale una messa",si rimane tra lo sbigottito e l'affascinato alla vista di un mondo dei morti cosi' significativo che sempre con sfumature diverse viene presentato al visitatore.

 Dopo aver visitato le Catacombe di San Gennaro,e le Catacombe di San Gaudioso, si raggiunge il Cimitero delle Fontanelle estasiati da questo forte culto dei morti dove non ci sono barriere architettoniche e dove trasuda questo continuo dialogo con il "Mondo dei Piu'" con modalita' sempre diverse ma uniche ed irripetibili,che ben connotano la nostra popolazione e le nostre antiche tradizioni.

La Leggenda della "Sposa e del Capitano"unita alle tante storie e colorite citazioni conclude quest'ultima visita al Cimitero delle Fontanelle completando la magia di questo avvincente itinerario che può trovare una corrispondenza nella modernità attraverso la visita alla storica collezione di oggetti in plastica custodita nei sotterranei adibiti a museo della Fondazione Plart. Visitatore Gigi Porcelli    

Gigi Porcelli